Utilizzare uno dei seguenti browser: Internet Explorer fino alla versione 9, Google Chrome, FireFox

Accedi

Immettere nome utente e password. Richiedi un nuovo Account.

RIAPERTURA ATTIVITA’ FORMATIVE IN PRESENZA

Si porta a conoscenza di tutti i soggetti attuatori di Piani e progetti formativi che l’ANPAL, con circolare n. 5692 dell’8 giugno 2020, accogliendo le determinazioni del Documento Stato-Regioni del 25 maggio u.s. in materia di riapertura delle attività economiche e produttive sospese per l’emergenza da Covid-19, ha stabilito che “La ripresa della formazione in presenza, se nelle intenzioni di codesti Fondi, può essere accolta laddove vengano assicurate le stesse misure di sicurezza e distanziamento sociale già in atto nelle attività produttive”. Pertanto a partire dal 15 giugno, come disposto dal DPCM 26 aprile 2020 le attività di formazione erogate dai soggetti attuatori dei Piani e progetti formativi finanziati dal Fapi possono riprendere nelle modalità consuete previste dagli Avvisi Fapi, compresa la formazione d’aula in presenza. Rimane in vigore la modalità di erogazione in teleformazione. I soggetti attuatori possono procedere su tutti i Piani finanziati, in deroga rispetto a quanto previsto dai singoli Avvisi, a convertire le attività formative da teleformazione a formazione in presenza, nonché da formazione in presenza in teleformazione, dandone comunicazione preventiva al Fondo. Per la formazione in presenza, le attività dovranno essere realizzate rispettando le disposizioni dei protocolli di sicurezza firmati da Confapi, CGIL, CISL e UIL.


Ulteriori provvedimenti covid 19

Sì comunica che anche ai sensi del DPCM 26 aprile 2020 viene prorogata fino al 15 giugno la sospensione di tutte le attività formative ad eccezione di quelle svolte in modalità di teleformazione o di FAD

CORONAVIRUS – COMUNICATO AI SOGGETTI ATTUATORI

In coerenza con le misure restrittive dovute all’emergenza Coronavirus, la scadenza per la sospensione di tutte le attività formative, ad eccezione di quelle svolte in modalità di teleformazione è fissata al 4 maggio 2020.

Per i Piani formativi presentati a valere sugli Avvisi 2019 del Fapi possono essere programmare ore di formazione in modalità teleformazione fino alla chiusura dei rispettivi Piani;

Per maggiori dettagli sulla Teleformazione, sul sito del Fapi è pubblicato il testo della “CIRCOLARE SPECIFICHE OPERATIVE SULLO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ DI TELEFORMAZIONE” (www.fondopmi.it).

Si precisa che in caso di utilizzo della teleformazione in luogo del training on the job, le attività formative da erogarsi in modalità teleformazione devono consistere in azioni che non richiedano la compresenza fisica di discenti e docenti nello stesso luogo fisico.

COMUNICATO URGENTE

In relazione a quanto disposto dal DPCM in tema di emergenza Covid.19, il Fapi ha inviato all’ANPAL un interpello teso a chiarire se i provvedimenti di sospensione delle attività didattiche su tutto il territorio nazionale siano da considerarsi vincolanti anche per la formazione erogata dai Fondi per la formazione continua. In attesa della riposta di Anpal, invitiamo tutti i nostri soggetti attuatori a voler sospendere cautelativamente le attività calendarizzate nel periodo 5 marzo-15 marzo 2020.

URGENTE: CONVENZIONI VIA PEC

In riferimento a quanto previsto al punto 2.2 Convenzione tra FAPI ed Attuatore del Manuale di Gestione, a causa dell’emergenza sanitaria per garantire le tempistiche di Gestione, da oggi chiediamo a tutti gli attuatori l’invio tramite PEC della Convenzione firmata dal legale rappresentante contestualmente all’invio cartaceo. Per chi avesse inviato la Convenzione in cartaceo la scorsa settimana, si chiede cortesemente l’invio via PEC.

Grazie per la collaborazione 

INFORMAZIONE IMPORTANTE

ATTENZIONE: è necessario inserire il MESE e l’ANNO di adesione al FAPI in Matricola azienda per TUTTE le imprese, anche quelle presenti in DB INPS.

La mancanza del dato COMPLETO non consente la presentazione del Piano

SMART CARD FAPI : INDICAZIONI PER LA STAMPA A CHIUSURA PROGETTO

Per i Progetti formativi che utilizzano la SMART CARD COMPETENZE del FAPI è attiva sul sistema di gestione online la funzionalità di STAMPA a conclusione del Progetto. Tale funzionalità consente di creare la SMART CARD per ogni partecipante al Progetto.

Si rimanda alla Guida ad uso del Soggetto Attuatore ‘STAMPA DELLA SMART CARD COMPETENZE A CONCLUSIONE DEL PROGETTO FORMATIVO NEI PIANI FINANZIATI DAL FAPI’ per le indicazioni di dettaglio

INDICAZIONE PER LA PRESENTAZIONE AVVISO 2-2020

Linea A – RETI NUOVE: Possono presentare domanda RETI costituite da aziende aderenti al FAPI. (Non possono partecipare le imprese appartenenti a RETI ancora APERTE)  

L’attuatore deve presentare un NUOVO PIANO in PRESENTAZIONE (Porre attenzione alla % minima obbligatoria del numero dei lavoratori di aziende di nuova adesione della RETE).

Linea B – RETI CONSOLIDATE (Possono presentare Domanda RETI già costituite, anche tra loro aggregate, purché con Piano chiuso – (PIANI QUADRO finanziati sugli Avvisi 1-2018; 3-2019 e per cui è stato inviato il rendiconto):  

L’attuatore deve presentare un NUOVO PIANO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano o dei Piani di RETE originario/i (in stato Rendicontato).  Esempio titolo : 20180111NZIAXXX – Titolo del piano 

Dopo avere generato il codice Fapi va richiesto via PEC all’indirizzo fondopmi@pec.it  e p.c. hdinformatico@fondopmi.it l’import delle aziende dei piani originari inseriti nel titolo.

Il Fondo dopo i controlli provvederà a importare i dati della RETE già esistente descritta nel titolo. Porre attenzione alla % minima obbligatoria di aziende presenti nelle reti o di nuova adesione.

Linea C – INCREMENTI DI RETE 1 (Reti già costituite con piano di Piano di RETE finanziato e aperto sul presente Avviso, Linea A e Linea B):

L’attuatore deve presentare un NUOVO PIANO DI INCREMENTO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano di RETE APERTO originario, secondo questo formato specifico:

(INCREMENTO_DATAGGMMAAAA_CODICEFAPIPIANOORIGINARIO):

Esempio titolo : INCREMENTO_03052020_20200111NZIAXXX  – Titolo del piano  

Dopo avere inserito i dati necessari (anagrafica azienda e finanziamento) va richiesto via PEC all’indirizzo fondopmi@pec.it e p.c. hdinformatico@fondopmi.it di chiudere la presentazione del Piano Incremento.”

Successivamente sarà generato il documento CAR, che andrà firmato e inviato via PEC insieme alla documentazione richiesta come da Avviso di riferimento. 

Linea D – INCREMENTI DI RETE 2 (Reti già costituite con piano di Piano di RETE finanziato e aperto sull’Avviso 3-2019 – Linea A e B):

L’attuatore deve presentare un NUOVO PIANO DI INCREMENTO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano di RETE APERTO originario, secondo questo formato specifico:

(INCREMENTO_DATAGGMMAAAA_CODICEFAPIPIANOORIGINARIO):

Esempio titolo : INCREMENTO_03052020_20190311NZIAXXX  – Titolo del piano 

Dopo avere inserito i dati necessari (anagrafica azienda e finanziamento) va richiesto via PEC all’indirizzo fondopmi@pec.it e p.c. hdinformatico@fondopmi.it di chiudere la presentazione del Piano Incremento.

Successivamente sarà generato il documento CAR, che andrà firmato e inviato via PEC insieme alla documentazione richiesta come da Avviso di riferimento.

INDICAZIONE PER LA PRESENTAZIONE AVVISO 3-2019

Linea A – RETI NUOVE (Non possono partecipare le imprese appartenenti a RETI ancora APERTE) 

L'attuatore deve presentare un NUOVO PIANO in PRESENTAZIONE (Porre attenzione alla % minima obbligatoria del numero dei lavoratori di aziende di nuova adesione della RETE).

Linea B – RETI CONSOLIDATE (Possono presentare Domanda RETI già costituite, anche tra loro aggregate, purché con Piano chiuso -PIANI DI RETE finanziati sugli Avvisi di RETE 2-2016, 3-2017, 5-2017, 1-2018 e per cui è stato inviato il rendiconto): 

L'attuatore deve presentare un NUOVO PIANO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano o dei Piani di RETE originario/i (in stato Rendicontato).  Esempio titolo : 20160211NZIAXXX - Titolo del piano 

Immediatamente dopo avere generato il codice Fapi va richiesto via PEC all'indirizzo fondopmi@pec.it  e p.c. hdinformatico@fondopmi.it l’import delle aziende dei piani originari inseriti nel titolo.

Il Fondo dopo i controlli provvederà a importare i dati della RETE già esistente descritta nel titolo. Porre attenzione alla % minima obbligatoria di aziende presenti nelle reti o di nuova adesione. 

Linea C – INCREMENTI DI RETE (Reti già costituite con piano di Piano di RETE finanziato e aperto sul presente Avviso, Linea A e Linea B e sull’Avviso 1-2018) : 

L'attuatore deve presentare un NUOVO PIANO DI INCREMENTO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano di RETE APERTO originario, secondo questo formato specifico:

 (INCREMENTO_DATAGGMMAAAA_CODICEFAPIPIANOORIGINARIO): 

Esempio titolo : INCREMENTO_03052016_20190311NZIAXXX  
Immediatamente dopo avere generato il codice Fapi va richiesto via PEC all'indirizzo fondopmi@pec.it e p.c. hdinformatico@fondopmi.it di chiudere la presentazione del Piano Incremento.”

 

INDICAZIONE PER LA PRESENTAZIONE AVVISO 1-2018

Linea A – RETI NUOVE (Non possono partecipare le imprese appartenenti a RETI ancora APERTE) 

L'attuatore deve presentare un NUOVO PIANO in PRESENTAZIONE  Porre attenzione alla % minima obbligatoria di aziende di nuova adesione.

Linea B – RETI CONSOLIDATE (Possono presentare Domanda RETI già costituite, anche tra loro aggregate, purché con Piano chiuso -PIANI DI RETE finanziati sugli Avvisi di RETE 2-2016, 3-2017, 5-2017 e per cui è stato inviato il rendiconto): 

 L'attuatore deve presentare un NUOVO PIANO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano o dei Piani di RETE originario/i (in stato Rendicontato).  Esempio titolo : 20160211NZIAXXX - Titolo del piano 

Immediatamente dopo avere generato il codice Fapi va richiesto via PEC all'indirizzo fondopmi@pec.it  e p.c. hdinformatico@fondopmi.it l’import delle aziende dei piani originari inseriti nel titolo.

Il fondo dopo i controlli provvederà a importare i dati della RETE già esistente descritta nel titolo. Porre attenzione alla % minima obbligatoria di aziende presenti nelle reti o di nuova adesione. 

Linea C – INCREMENTI DI RETE (Reti già costituite con piano di Piano di RETE finanziato e aperto sul presente Avviso, Linea A e Linea B) : 

L'attuatore deve presentare un NUOVO PIANO DI INCREMENTO in PRESENTAZIONE avendo cura di inserire nel titolo il Codice FAPI del Piano di RETE APERTO originario, secondo questo formato specifico:

 (INCREMENTO_DATAGGMMAAAA_CODICEFAPIPIANOORIGINARIO): 

Esempio titolo : INCREMENTO_03052016_20180111NZIAXXX 
Immediatamente dopo avere generato il codice Fapi va richiesto via PEC all'indirizzo fondopmi@pec.it e p.c. hdinformatico@fondopmi.it di chiudere la presentazione del Piano Incremento.

Messaggio agli attuatori dei Piani formativi finanziati dal FAPI

Per accelerare i tempi di risposta, dal 01/12/2015, per quanto riguarda l’ufficio Formazione per la gestione dei Piani formativi, preghiamo gli attuatori di inviare tutta la documentazione (come di seguito elencata) via email-PEC al seguente indirizzo fondopmi@pec.it in sostituzione della trasmissione tramite fax.
Elenco della modulistica di gestione: Si prega di inserire nell’oggetto della PEC il riferimento al codice Piano e alla modulistica inviata.

L’invio delle convenzione e relativi allegati (Lettera di trasmissione -mod. CV01, 3 Copie Convenzione/Comunicazione di approvazione e allegati A e B, Atto costitutivo ATI/ATS, se prevista costituzione, Dichiarazione Sostitutiva -mod. D.01 e la fotocopia del documento di riconoscimento del Legale Rappresentante) sarà invece mantenuto l’invio per posta a mezzo Raccomandata A/R.